Tai Chi

Che cos’è?

T’ai Chi Ch’üan significa letteralmente “Destrezza Del Polo Supremo”. Per “Polo Supremo” si intende la Legge Fondamentale del’Universo che, secondo il pensiero cinese, presiede all’unione ed all’interazione dei due principi base: Yin (il principio interno, femminile, rappresentato dal colore nero) e Yang (il principio esterno, maschile, rappresentato dal colore bianco).

Il T’ai Chi Ch’üan è una ginnastica morbida antistress, che sviluppa l’energia interna (il Ch’i) dando salute al fisico ed alla mente, diventa una raffinatissima arte marziale di autodifesa e, nella classe più elevata, è una forma di meditazione dinamica.

Per praticare il Tai Chi Ch’üan è necessario mettersi in un particolare stato fisico e mentale ed adottare una particolare forma di respirazione che permette lo sviluppo del Ch’i, l’energia interiore.
Il corpo deve essere rilassato, la respirazione lenta e profonda, la mente “cosciente” ma priva di pensieri estranei, ansie, preoccupazioni. E la mente segue la respirazione, guida il fluire dell’energia vitale interiore.
Simbolo Tai Chi

Simbolo Tai Chi

Infine ci si rende conto che l’energia stessa dell’universo vibra nel nostro corpo, perfettamente rilassato ed in lento movimento. Questo è un vero e proprio stato meditativo (da qui la definizione del Tai Chi Ch’üan come di una forma di meditazione dinamica).

I movimenti del Tai Chi Ch’üan sono dunque morbidi e rendono flessibile il corpo.

Ancora il famoso filosofo Lao Tzu affermava: “Durezza e rigidità sono compagne della morte. Morbidezza e flessibilità sono compagne della vita”.
In particolare in Abruzzo e, più precisamente a Pescara, i corsi sono tenuti dall’Istruttore cintura nera (1° Chieh) Igino Aurora, (tuttora) allievo diretto del Maestro Ignazio Cuturello dal settembre del 1986.

Condizione quest’ultima che, al pari di tutti gli altri allievi del Maestro Cuturello, gli ha concesso l’onore di essere esaminato e graduato, lungo tutto il suo percorso di formazione, dallo stesso Maestro Chang Dsu Yao fino al 1992 (anno della sua scomparsa).

Gallery